HOME
Chi Siamo
Dove Siamo
Album Foto
Partner
Contatti
Blog & News
Elenco Espositori 2017
Edizioni Precedenti

 

Monasterolo con:


Ricerche con:
Motore di Ricerca

Codice QR per il tuo smartphone

Il Mercatino di Via Loj è un'iniziativa nata nel 1988 dalla volontà di un gruppo di rappresentanti delle Associazioni di Monasterolo del Castello.
Il nome è legato ad una delle vie del Centro Storico, Via Loj appunto, situata nel cuore del piccolo paese di Monasterolo, sulla sponda del Lago di Endine, in Provincia di Bergamo.
Via Loj è una via stretta un tempo a fondo chiuso, oggi invece con possibilità di sbocco sulla via Casai, rappresenta il simbolo di questa iniziativa.
Dal 1988 ad oggi, il 14 di Agosto, il Mercatino viene riproposto come occasione di solidarietà e di attenzione ad iniziative a carattere sociale e benefico: ogni anno infatti viene scelto un progetto di solidarietà a cui è destinato l'intero ricavato della manifestazione.
Sono più di 100 i volontari che ogni anno sono impegnati nell'organizzazione e nella promozione del Mercatino: volontari di tutte le Associazioni e di ogni età che uniscono le proprie risorse e capacità per un obiettivo comune.

Il Mercatino, infatti, ha conservato negli anni lo spirito e il significato delle prime edizioni ed ha finanziato numerosi enti e associazioni tra cui: UNICEF, Lega del filo d'Oro, Emergency, Operazione Mato Grosso, Padre Santino Trussardi, Fondazione 'Aiutiamoli a Vivere', Movimento per la Vita, Padre Sergio Micheli, Forum per i Diritti dei Bambini di Chernobyl.
Va sottolineato che tutti i Progetti finanziati vengono poi seguiti e monitorati nel corso dell'anno con l'obiettivo di verificare costantemente la destinazione dei fondi e di informare tutte le persone che si attivano nell'organizzazione della manifestazione e/o visitano il Mercatino.
L'iniziativa attira ormai diverse migliaia di visitatori che, ogni anno, lungo le vie del Centro Storico di Monasterolo, visitano i circa 100 stand di prodotti artigianali, oggettistica varia, prodotti tipici locali, specialità enogastronomiche, hobbistica, arte e curiosità.
Sono attivi anche diversi punti di degustazione e di ristoro, da quelli della tradizione alpina, alla piadineria promossa dai gruppi giovanili.
La manifestazione è caratterizzata poi dall'offerta di numerosi momenti di spettacolo con artisti di strada, musica classica e giovanile, gioco, tornei ed intrattenimento.
I visitatori più affezionati non perdono infine il Gran Finale e la comparsa misteriosa del fantasma della leggendaria 'Dama Bianca' che, solitamente verso mezzanotte, fa capolino tra nubi di fumo, effetti speciali e fuochi d'artificio.
Un ampio sistema di parcheggi e bus navetta consente a tutti di giungere con tranquillità nel Centro Storico.
Infine, il Centro Storico è collegato attraverso numerosi percorsi al sistema pedonale lungolago e il visitatore può concludere la propria visita con una rilassante passeggiata ed ammirare la bellezza dell'ambiente naturale che circonda il nucleo abitato.